Blog Archives

Bagnasco Scandal: SSPX Italia Speaks

SSPX Logo

The press release of the SSPX Italia  after the scandalous events at the funerals of don Gallo.

Italian original first, my translation (as literal as possible, no emphases) follows.

——————————————————————————————

In seguito ai funerali di don Gallo presieduti dal card. Bagnasco la Fraternità San Pio X denuncia il grave scandalo causato dall’intervento di Wladimiro Guadagno (detto Luxuria) e dal fatto che il cardinale gli abbia amministrato la Comunione, come se il suo pubblico comportamento e la sua attività da parlamentare non fossero contrari alla morale e scandalosi.

Così si è agito anche nei confronti di altri rappresentanti di movimenti contrari agli insegnamenti della Chiesa. Secondo la dottrina cattolica e la logica del Vangelo gli autori di peccati notori, prima di accostarsi al sacramento dell’Eucaristia, devono pentirsene e riparare pubblicamente.

Riguardo alle posizioni difese da don Gallo, non denunciate dalle autorità ecclesiastiche, ed in un certo qual modo avallate dalla presenza del presidente della conferenza episcopale italiana al suo funerale, si ricorda che:

1-      La legge di Dio condanna la pratica omosessuale e la Chiesa insegna che essa costituisce un peccato contro natura che grida vendetta al cospetto di Dio.[1]

2-      Don Gallo ha aiutato delle donne ad abortire.[2] Ora l’aborto è un crimine poiché si uccide un essere umano innocente ed è punito con la scomunica non soltanto per coloro che lo praticano ma anche per tutti quelli che lo favoriscono in maniera efficace.[3]

3-      L’utilizzo delle droghe cosiddette leggere, incoraggiato da don Gallo, non soltanto costituisce spesso il primo passo verso altre sostanze stupefacenti, ma è contrario al V comandamento che ci ordina di custodire il nostro corpo come un dono di Dio.

4-      Il comunismo, esplicitamente sostenuto da don Gallo[4], è stato condannato dal Magistero ecclesiastico come “intrinsecamente perverso”.[5]

Tali comportamenti manifestano in maniera sempre più evidente la grave crisi che sta attraversando la Chiesa ed il tradimento da parte di membri importanti della gerarchia dei principi più elementari della morale cattolica.

 Don Pierpaolo Petrucci

Superiore del Distretto d’Italia della Fraternità Sacerdotale San Pio X

[1] Catechismo di San Pio X

[3] Nuovo codice di diritto canonico can. 1398

[4] «Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx». Da Angelicamente Anarchico, Oscar Mondadori, Milano, 2005.

[5] Pio XI, Divini Redeptoris

———————————————————————————

Following the funerals of don Gallo, officiated by card Bagnasco the Fraternity of Saint Pius X denounces the grave scandal caused by the intervention of Wladimiro Guadagno (known as Luxuria) and from the fact that the Cardinal allowed him to receive the Communion, as if his public behaviour and his activity as a Member of Parliament were not contrary to the morals and scandalous.

The same happened concerning other representatives of movements contrary to the teachings of the Church. According to catholic doctrine and the logic of the Gospel, the authors of notorious sins must, before they approach the sacrament of the Eucharist, repent of them and make acts of reparation publicly.

Concerning the positions defended by don Gallo, not denounced by the ecclesiastical authorities, and in a way endorsed by the presence of the President of the Italian Episcopal Conference at his funeral, it must be kept in mind that:

1. God’s law condemns the homosexual practice and the Church teaches that it constitutes a sin against nature, that cries for vengeance in the presence of God [1].

2. Don Gallo helped some women to abort [2]. Now, abortion is a criminal act because an innocent human being is killed, and it is punished with excommunication not only for those who practice it but also for all those who facilitate it in an efficacious manner [3].

3. The utilisation of so-called light drugs, encouraged by don Gallo, not only often constitutes the first step towards other hallucinogen substances, but it is contrary to the V commandment that orders us to custody our body as a gift of God.

4. Communism, explicitly supported by don Gallo [4], has been condemned by the ecclesiastical Magisterium as “intrinsically perverted” [5].

The events show in an increasingly more evident way the grave crisis the Church is now going through, and the betrayal of the most elementary principles of Catholic morals by important members of the hierarchy.

 Don Pierpaolo Petrucci

Superior of the Italian District of the Priestly Fraternity of Saint Pius X

[1] Catechism of Saint Pius X

[2] http://archiviostorico.corriere.it/1998/novembre/23/aiutato_prostitute_abortire__co_0_9811236626.shtml

[3] New canon law code, can. 1398

[4]. “Anyhow it is true, I am communist. I never forget the Bible and the Gospel. And I never forget what Marx wrote”. From Angelicamente Anarchico, Oscar Mondadori, Milan0, 2005.

[5]. Pius XI, Divini Redemptoris.

%d bloggers like this: